Cinema di mare nel cuore di Bologna

E’ in programma da domani, martedì 18, a giovedì 20 settembre, nei Giardini del Baraccano in via Santo Stefano 119/2, la rassegna cinematografica “Com’è profondo il mare – cinema, documentari e storie di mare”, organizzata da Velasail.it in collaborazione con Aics, Circolo Nautico Cervia e Compagnia dell’Altura.

 

Si parte domani sera con “Le grand bleu”, capolavoro del regista francese Luc Besson, che aprì il Festival di Cannes 1988. Interpretato da Jean-Marc Barr e Jean Reno, racconta lo storico dualismo fra i grandi apneisti Jacques Mayol ed Enzo Maiorca (anche se quest’ultimo, nel film, non viene citato col suo nome: il “vero” Maiorca si oppose alla pellicola e ne ottenne il bando in Italia per diversi anni).

Mercoledì 19 è la volta di un cult movie immortale: “Un mercoledì da leoni” di John Milius, la storia di tre giovani campioni di surf in California, che si interrompe quando uno dei tre è costretto a partire per il Vietnam. Un grande film di formazione, ma anche un atto d’amore verso il surf il cui fascino è rimasto intatto negli anni.

Giovedì 20, infine, si cambia registro: il recente “Un mare di plastica” di Eugenio Fogli è infatti un documentario sul problema sempre più drammatico dei rifiuti in mare (la serata è in collaborazione con Sea Sheperd).

 

Tutte le proiezioni iniziano alle 21,

 

—-

 

Velasail.it è un’associazione sportiva dilettantistica bolognese fondata nel 2008 da un gruppo di amici, tutti soci del Circolo Nautico “Amici della vela” di Cervia, con lo scopo di promuovere la cultura del mare, l’andar per mare, a vela e la difesa del mare. La presiede Francesco Delli Santi, istruttore federale di deriva e vela d’altura. Ha al suo attivo numerose navigazioni in Mediterraneo, Caraibi, Polinesia e due traversate atlantiche.

 

Velasail.it sin dalla sua nascita ha partecipato a numerose regate della categoria J24 con l’equipaggio di Kils e oggi di Magica Fata. E’ recente la sua partecipazione al campionato mondiale che si è tenuto a fine agosto a Riva del Garda.

 

Oggi Velasail.it ha sede in via Clavature, 18 presso il circolo culturale “Interno 18”, dove l’associazione ha in programma numerose iniziative per l’autunno e inverno. Incontri di approfondimento su come sono cambiati gli scafi di Coppa America, proiezione di film e documentari, serate dedicate alla navigazione astronomica, presentazione di libri di mare e incontro con protagonisti dell’andar per mare.

 

L’ambizione di Velasail.it, grazie anche al sodalizio con AICS provinciale e regionale, è di diventare un riferimento a Bologna per tutti gli appassionati di mare e di vela.

Velasail.it sta svolgendo con AICS e la collaborazione del Circolo Nautico Cervia, un lavoro di preparazione di numerose attività legate al mare e alla sua tutela. In cantiere c’è un corposo programma dedicato alla salvaguardia delle tartarughe in Adriatico e la realizzazione di iniziative finalizzate a mettere in contatto la vela con le associazioni che si occupano di disabilità di vario genere.

Un particolare ringraziamento va fatto ad un gruppo di appassionati che va sotto il nome di Compagnia dell’Altura che ha affiancato l’associazione nel lavoro di programmazione della rassegna “Come è profondo il mare”.

 

 

“Per quanto non si possa cogliere oggi, Bologna è stata una città d’acqua, non a caso esiste via del porto. La navigazione fluviale e per canali permetteva alle barche che trasportavano i prodotti di arrivare fino all’Adriatico – spiega il presidente di Velasail.it, Francesco Delli Santi -. Per noi che andiamo a vela e per tutti gli appassionati di mare questa della rassegna è una dichiarazione di amore per il Mare. Un’occasione per chiamare a raccolta tutti coloro che condividono questo amore, accogliere loro proposte, sogni, desideri, progetti per celebrare il Mare e contribuire a salvaguardarlo. Fatevi avanti!”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.