">
  • Un esordio tutt’altro che Mini

    Un esordio tutt’altro che Mini

    Lo scorso weekend l’Adriatico settentrionale ha visto 12 equipaggi competere nella Ri.Mini 6.50, regata d’altura organizzata per la Classe Mini. Tra gli equipaggi iscritti, era presente anche il giovanissimo duo composto da Luca Rosetti (del Circolo Nautico “Amici della Vela”) e Alessio Bartoli (del Circolo Nautico del Savio), alla loro primissima esperienza in questa classe, e più in generale alla prima esperienza che non fosse tra le boe, o comunque diurna, a bordo del Mini Emergency 542.

    Il percorso iniziale previsto, Rimini – Bitvenika – Sansego – Rimini, è stato gradualmente ridotto nel corso della regata a causa del vento (leggero, quando non addirittura assente) portando infine il Comitato a scegliere la rotta Rimini – Sestrica Mala – Rimini per consentire agli equipaggi di rimanere entro il tempo limite previsto. Raffiche di vento a oltre 20 nodi sono giunte solo nella parte finale della regata, rendendo così le ultime miglia ancora più difficili per gli equipaggi, provati da giorni di temperature elevate e bonaccia.

    Dopo una partenza in sordina, i ragazzi hanno iniziato a prendere maggiore confidenza nella conduzione della barca. Grazie al buon ritmo trovato e a scelte tattiche corrette il duo Rosetti – Bartoli ha raggiunto Sestrica Mala in un’ottima quarta posizione, prima di perdere posizioni a causa di un errore di carteggio. Ma la determinazione li ha portati a recuperare, con scelte tattiche corrette ed efficaci: e la loro prima esperienza si è chiusa con un meritatissimo terzo posto assoluto.

    “Siamo molto soddisfatti del risultato ottenuto – hanno commentato Rosetti e Bartoli – soprattutto considerata la nostra mancanza di esperienze precedenti in questa classe, e in generale nelle regate d’altura. Vorremmo ringraziare la scuola velica di Venezia UNA VELA PER asd per averci aiutato in questo progetto, e in particolare il socio Francesco Guidetti”.

    La scuola UNA VELA PER asd, nata grazie alla passione per il mare e alla voglia di navigare di tre ragazzi con esperienze passate estremamente diverse, infatti è venuta incontro a al giovane equipaggio appoggiandolo e supportandolo in questa avventura.