">
  • Il mondiale dell’ospitalità

    Il mondiale dell’ospitalità

    Si è chiuso il Campionato Mondiale Juniores della Classe 470. Dopo una bellissima competizione, resa ancor più stimolante dalle differenti condizioni del mare che si sono alternate nell’arco delle sei giornate di regata, hanno vinto i migliori, ovvero le stesse due coppie – partite già con i favori del pronostico – che si erano imposte lo scorso anno a La Rochelle: gli spagnoli Xammar-Herp e le francesi Lemaitre-Retornaz. Podio maschile completato dagli equipaggi Pirouelle-Sipan (Fra) e Winkel-Cipra (Ger), con due coppie italiane nei primi dieci (Pilati-Rubagotti sesti, Ferrari-Calabro ottavi); fra le donne, a medaglia anche le inglesi Lavery-Brickwood e le israeliane Bar Am-Shoshan; nona posizione per Di Salle-Dubbini, uniche italiane fra le prime dieci.
    Se il Campionato è stato interessantissimo dal punto di vista sportivo, il bilancio è ottimo anche da quello organizzativo per il circolo Nautico “amici della Vela”, scelto per la prima volta dalla Fiv per organizzare un’iniziativa di questo livello. Nell’arco dei sette giorni di manifestazione, lo staff cervese ha ottenuto i complimenti di tutti – atleti, tecnici, sponsor, dirigenti internazionali – per la simpatia, l’affabilità, la capacità di risolvere ogni problema. “Un’ospitalità perfetta, molto “friendly”, come ha detto il vicepresidente della’Isaf, la Federazione Internazionale della Vela, che ha seguito la manifestazione. E il presidente del Circolo, Maurizio Pavirani, nel suo discorso di chiusura ha giustamente ricordato il valore di reciproca conoscenza, umana e sportiva, fra ragazzi provenienti da tutti i mari del mondo: “questo mondiale è stato come un granello di sabbia nella spiaggia della fraternità”. E i ringraziamenti del Circolo vanno anche a quelle realtà locali che hanno creduto nella competizione, partecipandovi in maniera attiva e contribuendo a fornire un servizio impeccabile e apprezzato: dai cantieri nautici De Cesari, che hanno contribuito quotidianamente a sistemare eventuali problemi delle imbarcazioni, al Centro Medico Cervia, il cui staff di medici e fisioterapisti si è preso cura ogni giorno degli acciacchi dei giovani atleti; fino a Luxury Living Group, che in collaborazione con i punti vendita Luxury Living di Milano Marittima e Forlì ha realizzato all’interno del Circolo le aree “lounge” apprezzatissime per il relax.